Benvenuti al Liceo Decio Celeri | LICEO ARTISTICO - CLASSICO - SCIENTIFICO
cadenza oraria
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Venerdì 16 Settembre 2011 14:57


CADENZA ORARIA SETTIMANALE

PER I SINGOLI INDIRIZZI SCOLASTICI

LICEO CLASSICO - SCIENTIFICO

1^ unità didattica 8,00 9,00
2^ unità didattica 9,00 10,00
3^ unità didattica 10,00 10,50
intervallo 10,50 11,00
4^ unità didattica 11,00 12,00
5^ unità didattica 12,00 13,00
6^ unità didattica 13,00 14,00
   

 

LICEO ARTISTICO- TEATRALE

1^ unità didattica 8,00 9,00   
2^ unità didattica 9,00 10,00   
3^ unità didattica 10,00 10,50   
INTERVALLO 10,50 11,00   
4^ unità didattica 11,00 12,00   
5^ unità didattica/INTERVALLO 12,00 13,00
13,00
 13,45
6^ unità didattica 13,00
14,00
 13,4514,45
7^ unità didattica     14,45 15,45
 8^ unità didattica   15,45 16,45

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Gennaio 2012 17:55
 
Orario biblioteca
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Venerdì 03 Dicembre 2010 06:02

Orari di apertura della biblioteca

Giorno

Orario

 

LUNEDÌ

9,30 – 12,30

 

MARTEDÌ

9,30 – 12,30

 

MERCOLEDÌ

9,30 – 12,30

 

GIOVEDÌ

10,00 – 10,50

 

VENERDÌ

10,00 – 10,50

 


Ultimo aggiornamento Martedì 31 Gennaio 2012 15:38
 
Domenica 01 Novembre 2009 14:31


clicca sull'immagine 

Il territorio

La scuola contribuisce allo sviluppo della persona umana e garantisce il successo formativo per ciascuno mediante interventi di educazione, formazione, istruzione che siano al contempo rispettosi degli obiettivi nazionali del sistema di istruzione e adeguati ai diversi contesti. Nei progetti dell'autonomia vengono particolarmente favoriti il rapporto e il coinvolgimento del territorio, sia nella sua dimensione istituzionale, sia in quella sociale e culturale.

 

L'Istituto ritiene che il territorio non sia astratta contiguità spaziale, ma ambiente di vita costituito da luoghi e situazioni socio-culturali in cui matura un senso di appartenenza.
Il territorio va concepito come una sorta di laboratorio potenziale, come luogo di una dialettica tra scuola e realtà locali che si interrogano e coinvolgono.

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Ottobre 2012 10:55
Leggi tutto...
 
 
NOTIZIE STORICHE
 
facciata dell'istituto decio celeri
clicca sull'immagine
L'Istituto ha un'antica tradizione che risale al 1531. Il 26 dicembre 1531, infatti, veniva aperta, a cura della comunità loverese, una "Scuola di Grammatica" per l'insegnamento gratuito ai giovani, affidata all'umanista Maffeo Marchesi di Esmate, professore di grammatica.

Non si sa molto di questa scuola, ma è certo che continuò la sua attività di anno in anno, di secolo in secolo.
Uscirono da essa uomini illustri che raggiunsero posizioni di grande rilievo in Italia e all'estero.

Primo tra questi proprio Decio Celeri, medico e umanista, autore di opere scientifiche e morali, nato a Lovere, da nobile famiglia, nel 1550.

Le vicende successive sono complesse e accompagnano tutta la storia della comunità loverese. Il testamento di Giacomo Brighenti, prevosto di San Sisto a Colognola, già studente presso la scuola, prevedeva un lascito a favore della comunità di Lovere; così la vecchia Scuola di Grammatica divenne l' "Accademia Brighenti", con annesso convitto. Nel 1763 il Vescovo di Brescia, Domenico Bollani, trasformò l'Accademia nel Seminario di Lovere, alle sue dirette dipendenze.

Nel 1802 la sede venne trasferita, causa l'insufficienza degli spazi, all'ex convento dei Minori Osservanti, a fianco della Basilica di Santa Maria (attuale Convitto "Cesare Battisti").
Nel 1813 il Seminario venne chiuso e a Lovere rimase solamente il Ginnasio,


Nel 1821 il Ginnasio fu riconosciuto dal Regno Lombardo Veneto, e affidato alla direzione del Cav. Antonio Rosa e del Dott. Fortunato Zitti.
Nel 1887 il Regno d'Italia dichiarò la scuola Regio Ginnasio. Illustri allievi di questo periodo furono Mons. Luigi Marinoni, Mons. Geremia Bonomelli e Camillo Golgi, premio nobel per la medicina nel 1906.

Dal 1887 al 1939 il Ginnasio continuò la sua vita con regolarità, trasferendosi per alcuni anni nei locali dell'Accademia "Tadini" finché, nel1928 fu dedicato a Decio Celeri e nel 1934, fu trasferito, nel Palazzo Scolastico, attuale sede.

Nel 1962 dopo un primo anno come sede staccata del Liceo "Sarpi" di Bergamo il Liceo - Ginnasio "Decio Celeri" veniva dichiarato autonomo.
La configurazione attuale si è definita con la aggregazione al Liceo Classico:
del Liceo Artistico "G. Oprandi" di Lovere (nel 1995), fondato nel 1974 e precedentemente aggregato al Liceo Artistico di Bergamo;
del Liceo Scientifico (nel 1996) , istituito nel 1971, già annesso al Convitto Nazionale "Cesare Battisti" di Lovere.
 

 

 

 

Perchè la scuola

La scuola vuole dare dei punti di riferimento come basi di partenza verso qualsiasi orizzonte. Tali punti di riferimento derivano sempre dalla civiltà e dalla tradizione di appartenenza poiché senza un riconoscimento della propria identità, non è mai possibile aprirsi all’altro, al diverso.


Considerate queste necessità il percorso Liceale propone un diverso concetto di “Cultura Generale”, intesa non come nozionismo enciclopedico bensì come apprendimento fortemente strutturato.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Succ. > Fine >>

Pagina 30 di 30
documento 15 maggio
Amministrazione trasparente
pon
ranktrackr.net